“Il Cliente” di Asghar Farhadi

Il Cliente è una pellicola particolare che racchiude nella sua trama molti spunti e significati, dall’abusivismo edilizio (nella prima parte a causa di alcuni lavori  di manutenzione, l’appartamento dei due protagonisti viene gravemente danneggiato), all’insegnamento scolastico, con il protagonista che fa il docente in una scuola, fino ad arrivare al teatro che sarà una costante per tutto il film. Un tema chiave é quello della violenza sulle donne, che l’autore tratta con molta delicatezza ed eleganza (mai si vede o si percepisce lo stupro) ma allo stesso tempo riesce a scuotere gli animi, sensibilizzando costantemente gli spettatori verso l’argomento e mantenendo Kadıköy Escort alto il ritmo e la suspance elevati per tutto il film.
Molto originale la regia: si passa da una ambientazione all’altra con grande maestria e gli attori recitano perfettamente sia nella loro vita quotidiana, sia sul palco teatro (sono attori).

È un film delicato, toccante e ricco di significati. Va sottolineato il rapporto del protagonista con gli alunni, molto umano e informale.  Bellissima la scena dell’interrogazione in classe, dove l’insegnante viene interrogato a sua volta dagli alunni incuriositi dalla sua passione, il  teatro appunto,  e dopo qualche domanda ci fa capire quale spettacolo stia preparando: “Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller.

Giusy Marchitiello